E se il paradiso fosse a portata di mano? Vanity Fair per Delphina Resorts

Costretti tra le mura anonime degli uffici, assuefatti al grigiore e al cemento delle città, all’arrivo del primo raggio di sole cominciamo a immaginare l’evasione.

Sogniamo il mare, la natura incontaminata, il silenzio e la quiete, i profumi del bosco, il relax, il tramonto che colora le onde, le tavole imbandite, sogniamo il paradiso.

E se il paradiso fosse, invece, più a portata di mano?

Scopriamo la Gallura insieme a Delphina Hotels&Resorts, decine di chilometri di litorali incantati, borghi suggestivi, parchi naturali, colline granitiche che digradano dolcemente verso il mare, siti archeologici che raccontano di una civiltà millenaria, quella nuragica. Perché la Gallura è una terra accogliente da secoli, che ti abbraccia con la sua bellezza e ti coccola con le sue tavole imbandite e il vino profumato.

Benvenuta estate: Vanity Fair per Havaianas

L’estate non è solo una stagione, ma anche uno stato d’animo. Da questo starting point, Vanity Fair ha sviluppato un contenuto Native dedicato all'estate e al brand estivo per antonomasia: Havaianas.

Attraverso un listing format diamo qualche consiglio per vivere al meglio le città italiane, piene di bellezza, cultura, colori e divertimento.

Per festeggiare i primi giorni dell’estate, Havaianas, ha organizzato il Welcome Summer Partyun viaggio in treno per 35 fortunati che da Roma sono arrivati a Napoli dove Lo Stato Sociale ha dato vita a uno speciale concerto a 300 km/h.

 

Run for the Oceans: Condé Nast per Adidas e Parley

Le spiagge vivono un momento difficile, minacciate da un'enorme quantità di rifiuti di plastica. È arrivato il momento di impegnarci in prima persona per salvare il nostro mare e supportare iniziative di valore come quelle di Adidas e Parley.

Vanity Fair e Wired approfoniscono la situazione ecologica dei nostri mari e attraverso 2 test ci mettono alla prova su quanto ne sappiamo della salute del nostro mare incentivandoci a fare di più.

Adidas in collaborazione con Parley ha preso a cuore la causa e lanciato una nuova linea di scarpe prodotte utilizzando l’80% di materiali plastici riciclati.

Tra mille strade scegli la tua: il progetto speciale per Škoda

La strada che abbiamo percorso per arrivare a oggi è la nostra storia: ci sono state direzioni obbligate, soste programmate o inaspettate, accelerate, rallentamenti, ritorni. E poi percorsi tortuosi o pianeggianti, compagni di viaggio piacevoli, altri difficili o chilometri in solitaria.

Ogni decisione che abbiamo preso e tutte quelle che abbiamo subito ci hanno portato fin qui, al nostro presente, e hanno definito il nostro carattere e il nostro modo di essere.

 
A bordo di Škoda Karoq e Kodiaq e insieme a due viaggiatori d’eccezione, Laura Chiatti e Marco Bocci, Condé Nast ha realizzato 2 Native video e 2 interviste esclusive su Vanity Fair e Wired, scoprendo panorami inaspettati con la libertà di andare senza sapere dove.

Vanity Fair, Nivea e la bellezza nel tempo di Monica Bellucci

Pensando a Monica Bellucci, la mente va automaticamente all’espressione “bellezza senza tempo”. Una definizione lecita, per quanto retorica, eppure riduttiva. La bellezza di Monica Bellucci infatti un tempo ce l’ha, ed è quello presente. È una bellezza “nel tempo”. È questo che permette a Monica di essere una delle attrici più iconiche del nostro cinema contemporaneo: lei non lotta contro il tempo bensì, semplicemente, non lo teme.

Attraverso 2 contenuti Native scopriamo la vera identità di Monica Bellucci, grazie anche alla sua pelle, che racconta le sue esperienze e la sua storia.

Monica è infatti l’esempio lampante che la bellezza è parte della pelle e quello che bisogna fare è saperla mettere in risalto, come con la nuova crema Nivea Hyaluron Cellular Filler, un anti-age che valorizza la giovinezza che è già nella pelle, stimolando la pelle stessa a produrre i propri attivi anti-età. È proprio la naturale capacità di rinnovarsi che dà nutrimento e arricchisce la personalità. 

 

Voglia d'estate: Vanity Fair per Rilastil

In estate desideriamo tutto: essere più belle e in forma, innamorarci, l’avventura in giro per il mondo, rilassarci dopo mesi e mesi di lavoro, divertirci.

Vanity Fair ha realizzato 2 contenuti native dedicati proprio all'estate. L’estate è il periodo in cui concentriamo aspirazioni e ambizioni che non riusciamo a realizzare nel resto dell’anno. Può essere utile, allora, fare una lista di tutti i desideri che ci piacerebbe avverare e sceglierne almeno tre da realizzare a tutti i costi. Vedere posti nuovi, passare più tempo in famiglia, prendere una tintarella perfetta pur sempre ricordandoci di proteggere la pelle con i solari Rilastil.

Il desiderio più importante però è sempre quello di cercare di godersi l'estate con i propri cari e non abbandonare mai il sorriso. Non è solo il sole a fare bella la stagione più attesa, ma anche il nostro spirito. Vivere ogni momento con serenità e creare nuovi meravigliosi ricordi da condividere. Ti faranno compagnia per tutta la vita.

 

Libere di brillare: Condé Nast per Sunsilk

In occasione del lancio della nuova limited edition in collaborazione con Chiara Nasti, Condé Nast ha realizzato un progetto speciale per Sunsilk che ha visto la realizzazione di uno shooting fotografico in cui sono stati coinvolti creativi e professionisti Condé Nast insieme a 4 studentesse di moda dello IED selezionate da Sunsilk e il team digital Condé Nast.

Gli scatti sono stati contestualizzati all'interno di 2 contenuti Native dedicati su Vanity Fair.
I contenuti mostrano semplici regole per esaltare il nostro vero io, che a volte può partire proprio dai capelli: ecco quindi gli alleati Sunsilk che con poche e semplici mosse rendono i capelli splendenti e setosi ogni giorno.

 

Photoshooting realizzato da Vanity Fair e in collaborazione con studentesse dello IED

Vanity Fair per Guzzini: le atmosfere di casa da portare ovunque

In un mondo in cui la vita on the go fa parte di molti, Guzzini riesce a restituire la possibilità di portare sempre con sè le atmosfere di casa con uno spiccato gusto di design.

Attraverso 2 contenuti Native Vanity Fair ci fa scoprire le nuove proposte di design di Guzzini capaci di portare ovunque gli oggetti che ci restituiscono il calore familiare, perchè c'è sempre una parte di noi che vuole tornare a casa.

Entrambi i contenuti sono accompagnati da un visual ad hoc che ha rielaborato le immagini di campagna del brand mantenendo allo stesso tempo il mood di Vanity Fair.

Italia Independent e Condé Nast celebrano l'unicità: be yourself!

In un’epoca in cui tutti somigliamo a qualcun altro e gli stili possono riprodursi e moltiplicarsi con estrema facilità, essere se stessi sembra impossibile, perché ogni cosa è già stata fatta, detta, vista e – va da sé – indossata. Eppure basterebbe fermarsi un attimo e guardarci allo specchio per scoprire che abbiamo qualcosa che ci rende unici e, per questo, più sicuri e più autentici.

La nuova linea lanciata da Italia Independent, ad esempio, mette al centro proprio la diversità e l’unicità come nuove chiavi d’invenzione. I dettagli fanno la differenza e le differenze svelano la nostra vera bellezza o la creano addirittura.

Attraverso GQ scopriamo i miti dello Star System, da David Bowie a Marylin Monroe, divenuti iconici proprio grazie a dettagli fisci, a volte imperfezioni, che li hanno resi irripetibili.

Sicuramente non è banale trasformare i propri difetti in pregi, ma attraverso il contenuto su Vanity Fair impariamo ad essere noi stessi e ad accettarci, perchè omologarci al gruppo non ci fa mai essere noi stessi, ma è la nostra diversità che ci rende speciali e irripetibili, ci dà carattere e forza.

Donne under e over 30: Vanity Fair per Zyxelle

Vanity Fair ha chiesto a un gruppo di amiche, dai 18 anni appena compiuti ai 40 “abbondanti”, di aiutarci a capire cosa cambia davvero, prima e dopo i #30, partendo da cinque aspetti fondamentali della vita e stilando una miniguida per affrontare al meglio il prima e il dopo.

Attraverso il confronto nel contenuto Native, abbiamo scoperto l’unico vero segreto dell’eterna giovinezza: smettere di avere paura di invecchiare. Abbiamo imparato che gli anni sono solo numeri, che il calendario è una convenzione e che il tempo che passa non ci rende meno giovani se “ci sentiamo” giovani. 

Quello che importa è vivere ogni età con la giusta consapevolezza e con gli alleati giusti, come Zyxelle o Zyxelle Plus.