Sparkling Moments: Condé Nast e Cantine Ferrari, un inno alle bollicine e agli Emmy Awards 2017

Due contenuti che uniscono il mondo delle bollicine a quello del cinema. Dentro e fuori dal grande schermo, due diversi approcci che celebrano il mondo Cantine Ferrari e la sua partecipazione agli Emmy’s 2017 come sponsor ufficiale.  Il centro della narrazione sono ovviamente loro, le bollicine, raccontate nel loro potere evocativo e charming con due diversi Tone of Voice, su due diverse testate: Vanity Fair e GQ.

A un nuovo inizio, ai vecchi amici, ai nuovi amori, alle occasioni perdute. Per trasformare l'ordinario in straordinario basta un brindisi. E il brindisi per eccellenza è solo uno: a base di bollicine. E se lo spumante, come scriveva anche George Sand, «aiuta la meraviglia», non c’è stupore più grande di quello del cinema. Non sorprende così il legame che da sempre unisce grande schermo e bolle, attori straordinari e calici.

Attraverso una carrellata di cin-cin frizzanti, riviviamo le scene più iconiche del grande schermo che non sarebbero state ricordate se non fosse proprio per la presenza delle bollicine.

Ripercorriamo i grandi classici come Casablanca e quella celebre battuta: «Alla tua salute, bambina»; fino ad arrivare a The Big Wedding con un Robert De Niro, nei panni di un barbuto Don Griffin, che per festeggiare le nozze del figlio alza i calici di Ferrari.

Concludiamo i brindisi cinematografici più famosi ricordando un giovanissimo Kevin Costner che – insieme a un paio di amici – alza una bottiglia al cielo nel deserto del New Mexico:

A noi, e ai privilegi della gioventù! A quello che siamo, a quello che eravamo, e a quello che saremo
— Kevin Costner, Fandago