Condé Nast sviluppa un progetto editoriale per Phyto

Phyto e Condé Nast per la prima volta insieme per raccontare la storia e i valori di un brand nati dalla passione di Patrick Alès, le cui scoperte scientifiche hanno portato a rivoluzionare il mondo della cura dei capelli.

Correva l’anno 1964 quando, pettinando celebrità di tutto il mondo nel suo salone parigino, Patrick Alès scopre il potere e i segreti delle piante e crea il primo trattamento per capelli adottando (e mai abbandonando) la filosofia del primum non nocere, prima di tutto non deve nuocere.

Fulcro del progetto sarà la cosiddetta carta dei valori, massima espressione dei principi fondanti del brand. 9 punti che differenziano Phyto dai propri competitors: dalla purezza delle materie prime alla professionalità dei laboratori di ricerca e delle tecniche sfruttate. Tutto per il benessere e la bellezza dei capelli.

Bellezza che si traduce in forza e luminosità

Bellezza a cui nessuna donna vuole rinunciare, come descrive la firma autorevole di Daniela Farnese in un inno alle superdonne di oggi: belle, brave e green.

È in questa realtà fluida, in continuo mutamento, che Phyto si propone come punto di riferimento della donna in ogni istante della sua quotidianità.

Condé Nast, attraverso contenuti Native, accompagnerà l'audience in un viaggio per ricordarci di prenderci sempre cura di noi stessi, e perché no, anche attraverso qualche piccolo rituale per migliorare la nostra vita. E la propria bellezza.